Skin Color
 

Home » La Via del SÉ® » Il Filo d’Oro nella Via del SÉ®

Il Filo d’Oro nella Via del SÉ®

 

logo prismablu filo oro

 

Dopo un anno dall’inizio del primo percorso La Via del SÉ, la Mission in Prismablu si sta facendo sempre più comprensibile: una Scuola che insegni in modo pratico e chiaro come possiamo dare e ricevere Amore senza possesso e senza condizionamenti; come possiamo distinguerlo dalla seduzione che è il suo specchio e cosa possiamo fare quando, caduti in trappola invochiamo Libertà. Una Scuola che dia strumenti pratici per discernere correttamente il sentire acquisito nel sistema familiare dal Sentire del SÉ attraverso il quale si possa percepire sempre più chiaramente la Presenza del SÉ e ricordare la Mission della propria vita.


La Via del SÉ di PRISMABLU è un percorso assolutamente innovativo, frutto di una sintesi di altre ricerche e tecniche ma interiormente originale, posso dire ora, un metodo mio dettatomi dalla chiarezza interiore del mio SÉ, chiarezza acquisita attraverso la mia preparazione professionale e le mie scelte di vita coraggiose e consapevoli.


Coraggiose perché contro la corrente del sistema terrestre non per il gusto della trasgressione ma per Amore di coerenza a Leggi più complete e integre, rispettose del livello di coscienza di ognuno e di conseguenza della capacità di accogliere Verità fino a quel momento velate.


“Non vi è nulla di velato che non possa essere svelato, nulla di nascosto che non possa essere riconosciuto”, così dice in una canalizzazione Myriam di Magdala, e infatti ogni domanda rivela la sua risposta quando ci eleviamo al piano di coscienza di ciò che stiamo cercando.


Nel Logo di Prismablu, che ho elaborato gradualmente in circa 6 mesi con grande pazienza del grafico, doveva esserci anche un filo sottile disegnato dal centro della Corona interna fino oltre la barriera esterna. Nel Logo originario, questo filo, che poi è diventato rosso, era d’oro. Dunque, a distanza di tempo, quando ho elaborato il percorso del SÉ, mi sono imbattuta in un sito internet: “Il Filo d’oro” in cui Werner Weick dice così:


Fin dai tempi più antichi, il filo d’oro è il simbolo di un Sapere che nasce dall’esperienza personale e che è libero dai condizionamenti istituzionali.

È un filo perché rappresenta la continuità di un’esperienza sempre antica e sempre nuova ed è esile perché in ogni generazione questa consapevolezza viene mantenuta da una minoranza di individui.

Questo filo è d’oro perché è immortale: resta anche nei periodi più caotici e oscuri; a volte più apparente, a volte più nascosto”.

Quali parole potrebbero rappresentare meglio, in sintesi ermetica, la Via del SÉ che ho elaborato?


Al termine del 2014, alla conclusione dei percorsi del SÉ in Prismablu l’intendimento di queste parole è abbastanza chiaro per molti. Se di filosofia, amore della conoscenza, si deve parlare che sia conoscenza estrapolata da scelte vissute personalmente e consapevolmente alla luce e nel rispetto di Leggi arcaiche sigillate in filamenti del DNA che devono essere riattivati.


In questa Scuola, tuttavia, la riattivazione di essi, contrariamente ad altri insegnamenti, è opera esclusivamente di SÉ stessi attraverso scelte consapevoli nel rispetto delle Leggi del Sistema Hessiano.


La conoscenza di queste Leggi messe a confronto con le leggi parzialmente vere del sistema terrestre con il metodo della Via del SÉ porta a una chiara consapevolezza nella scelta.


Man mano vedo le persone arrivare in questa Via, mi rendo conto che per ognuno c’è un GONG, suono cosmico, che ri-suona dentro, in un preciso momento della vita e attraverso una singolare sincronicità.


“Molti sono i chiamati, pochi gli eletti”


È vero anche questo. Il GONG suona ma sta a ognuno auto eleggersi attraverso un atto di volontà: “SI oppure NO” poiché non vi sono esseri pre-scelti ma vi sono esseri che si autorizzano alla scelta.


Se il lavoro esteriore di organizzazione è impegnativo quello INTERIORE è incessante. Si è costantemente “in servizio” per la ricerca di nuove e migliori soluzioni.


Tuttavia, quando c’è scelta, MAI RINUNCIA, c’è anche molta gioia e allegria. La Via del SÉ è dunque anche la Via della Gioia, espressione di libertà interiore, che può sussistere solo dove c’è altrettanta SERIETA’ intesa come coerenza al sentire del SÉ nel rispetto delle sue leggi. In una parola INTEGRITA’.


È con questo denominatore comune, dopo aver percorso in un buon numero La Via del SÉ, che possiamo comunicare sempre meglio in quanto le parole sono usate da e per tutti con un significato che è espressione di uno stesso linguaggio interiore. Ora vi è realmente la possibilità di una migliore e sana collaborazione per poter intraprendere nuovi progetti.


È in questo denominatore comune che in Prismablu si rendono disponibili nuove Risorse Umane per offrire un aiuto professionalmente più completo e sempre più efficace a coloro che stanno arrivando, spinti da singolari sincronicità, attratti da questa Via. Anch’essi, come noi, hanno nel Sangue i codici del filo d’oro e ne condividono interiormente, anche se inizialmente inconsapevoli, le stesse Leggi, la stessa Appartenenza.


È bello, emozionante, prestigioso, per me, segnalare nelle diverse aree, le persone che integrano un Talento del loro SÉ nella loro professionalità.


Il Bene inaspettato che appaga i più alla fine del percorso è la gioia della LIBERTA’ INTERIORE che si va riconquistando con il coraggio delle giuste scelte. Bene prezioso che né il denaro né la posizione sociale può comprarsi, Bene che una volta conquistato non si deteriora più, con il quale si aprono porte che il denaro o un’alta carica senza il SÉ non aprono, che possiamo portare ovunque, anche oltre la morte.


Al termine del 2014, posso condividere consapevolmente con molti che hanno ultimato il percorso, la gioia per aver realizzato veramente tanta chiarezza. Grazie dal mio Cuore, non un cuore emozionale ma un ardente Cuore consapevole, a tutti coloro che in questo percorso mi hanno permesso di elargire la mia ricchezza interiore e contemporaneamente per aver ricevuto tante sottili sollecitazioni per approfondire ulteriormente quesiti non sufficientemente sondati. Grazie per il nuovo patrimonio che tramite voi ho e sto ricevendo tutt’ora! È questa la preziosa condivisione che ho sempre cercato!


Mi è caro ringraziare in modo speciale Manuela Sala perché con la sua presenza costante accanto a me dal 2010, il suo rispetto dei ruoli e la sua onestà mi ha permesso di procedere più fiduciosa in tutto ciò che sentivo condividendo soprattutto lo Spirito di Ricerca della Mission che inizialmente, nella confusione del sistema terrestre era ancora poco chiara e reclamava di essere liberata da tutti i possibili condizionamenti per essere messa assolutamente in posizione prioritaria.


Con gratitudine

Maria Cristina Piras